Coni, GPTC, FIT, PTR, Social, Infoline - ASD LE VOLPI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Flickr Segui il nostro canale YouTube Comitato Olimpico Nazionale Italiano Federazione Italiana Tennis Professional Tennis Registry Global Professional Tennis Coach Association Per info e prenotazioni chiama 3240585472

Dicono di noi


Giovedì, 14 Febbraio 2013 09:00

“Semplice-mente tennis”, il progetto per i bambini della I e II elementare

Il progetto ha preso il via presso il complesso scolastico Caio Duilio in via delle Quinqueremi e sta riscuotendo grande successo tra i più piccoli. “Nello specifico - spiega il maestro Riccardo Volpi, che dirige il centro di formazione tennis (gruppo agonistico) presso il parco della Madonnetta - il corso avvia i bambini ad una corretta motricità sviluppandone le capacità coordinative e perfezionando i schemi motori di base.

Muoversi correttamente stimola lo sviluppo dell’intelligenza e riequilibrio psicofisico dei bambini”. Il corso si sviluppa in 5 lezioni dove i bambini sperimentano tanti giochi divertendosi con gli allievi della propria età giocando insieme ai maestri. Dal Gatto con gli stivali, al Re leone, passando per ruba palla e Pinocchio, i bambini durante questi corsi ascoltano le fiabe, ma possono anche proporre i loro giochi preferiti. Il tutto, sempre sotto la guida dei maestri, per imparare a correre, a saltare, a lanciare e a fare tutte le azioni che porteranno il bambino ad amare e scoprire Semplicemente il Tennis.

“La pratica di questi giochi, - continua Volpi - studiati per rispondere alle esigenze di allievi di età compresa tra i 5 e i 8 anni, consente già nell’immediato ad un miglioramento del livello delle capacità coordinative e una migliore conoscenza degli schemi motori di base mentre la loro utilizzazione permette di ampliare e di migliorare la creatività, l’intelligenza motoria e di perseguire un armonioso sviluppo somatico.

Ecco alcuni dei più indicativi esercizi propedeutici al tennis: prendere dimestichezza con la palla da tennis; acquisire familiarità con la racchetta e con la racchetta e palla insieme; prendere confidenza con la superficie di gioco; apprendere i movimenti fondamentali del gioco; indirizzare la palla oltre la rete ed entro settori più o meno ampi della metà campo avversaria; conoscere le regole del gioco.

 

Il Nuovo Giornale di Ostia

14/02/2013

 

Scarica l'articolo in PDF

Scarica la Brochure

Ultima modifica il Venerdì, 25 Ottobre 2013 10:44

Effettua il login

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.